Home » Programma » Il «giorno della schiavitù»: la condizione servile in Omero

Il «giorno della schiavitù»: la condizione servile in Omero

con Giorgio Ieranò // grecista, Università di Trento

Secondo il classicista britannico Richard C. Jebb, in Omero la schiavitù mostrava un volto «meno ripugnante» (less repulsive) rispetto alle epoche successive dell’antichità. È una riflessione condivisibile? Chi erano gli schiavi dell’Iliade e dell’Odissea? Cosa implicava quel doulion emar, quel «giorno di schiavitù» spesso evocato nei poemi omerici come la prospettiva più terribile, specie per le donne fatte prigioniere in guerra?

 


📌ingresso libero fino a esaurimento posti
👀 puoi prenotare il tuo posto in sala se hai la Carta Plus
(acquistala sullo shop online o al Circolo dei lettori) fino a esaurimento posti dedicati
✏️ info su modalità ingressi qui



Come da DPCM, per entrare al Circolo e anche per accedere agli incontri, a partire dai 12 anni, è necessario essere muniti di Green Pass:
 mostra il QR Code digitale o cartaceo apposto sulla tua certificazione verde (il personale incaricato potrà chiederti di esibire anche un documento d’identità); la validità della certificazione sarà comprovata tramite l’App “Verifica C19”. È obbligatorio, a partire dai 6 anni, indossare la mascherina anche in sala (dispositivo medico: chirurgica o FFP2; no di stoffa).


Per continuare a offrirti cultura
tutti i giorni, per tutt*,
abbiamo bisogno anche di te.
Dona al Circolo dei lettori!